Art

Helmut Newton & Man Ray. A Feast For Friends

Helmut Newton (1920-2004) e Man Ray (1890-1976). 2 modalità di declinare erotismo e bellezza attraverso l’occhio fotografico. Fra vintage print e museum print (provenienti da collezioni private e in collaborazione con la Galerie Eva Meyer e la Man Ray International Association di Parigi) sono 20 le immagini che la Loom Gallery espone nella retrospettiva intitolata A Feast For Friends (forse un’allusione a A Feast Of Friends, brano dei Doors scritto dal dionisiaco Jim Morrison?). Scatti fotografici estrapolati da un immaginario festino dove tutto è consentito, sia feticisticamente (Helmut Newton) sia surrealisticamente (Man Ray).

È a dir poco conturbante il dialogo visuale che si accende fra i 2 sommi maestri dell’obiettivo: se il tedesco naturalizzato australiano (al secolo Helmut Neustädter) punta sul suo inconfondibile voyeurismo di sesso e nudità, l’americano (nato Emmanuel Radnitzky) si concentra sull’estetismo dei primi anni del ‘900. Rigorosamente in bianco e nero, a fronteggiarsi in un mix di provocazione e di fascino, ecco la statuaria Roselyne (Newton) che svetta sui suoi sandali tacco 12; e Kiki de Montparnasse (Ray), la musa baciata da una sfolgorante nudità; la top model peruviana Suzy Dyson (Newton) realmente imbrigliata in un busto ortopedico e lascivamente accarezzata dalla guêpiere; e la surrealista Meret Oppenheim (Ray) magistralmente ritratta nel suo proporsi eroticamente da “femme fatale”. E ancora la “body builderLisa Lyon, già favorita di Robert Mapplethorpe e quintessenza (negli scatti newtoniani) di un eros guizzante; ed Elizabeth “Lee” Miller, immortalata da Ray nella sua bellezza definitiva e assoluta. Una festa per gli occhi, insomma. Che si conclude, fantascientificamente, con uno scatto fotografico di Newton: madre e figlia, di spalle, si avviano verso casa non prima di aver imboccato un tunnel. Insieme a loro, tenuti per mano, 2 automi. Nudi. Fascinosi. Inquietanti.

Helmut Newton & Man Ray
A Feast For Friends
Fino al 20 aprile 2019, Loom Gallery, via Marsala 7, Milano
tel. 0287064323

Foto: Man Ray, Erotique Voilée, 1933
Man Ray, Kiki de Montparnasse, 1922
Man Ray, Back Nude, 1932
© Galerie Eva Meyer, Paris and Man Ray International Association, Paris
Helmut Newton, Going Home, 1997, copyright stamp and signed on the verso, private collection, Paris

Share: