Coolmag - art

Blonde And TV, Milano, 2002
The Readhead, Sherman Oask California, 1992
home - art




Il sesso secondo Newton

di Eleonora Tarantino

Al grande fotografo tedesco-australiano Helmut Newton (1920-2004) Milano dedica l'ampia retrospettiva Sex and Landscapes con 90 scatti che raffigurano donne forti fra eros e provocazione sullo sfondo di scenari urbani, interni asettici o barocchi, pareti nude; ma anche lune che si specchiano nel mare, orizzonti desertici, paesaggi. Seduzione. Libertà. Ingenuità: questo è stato ed è ancora Helmut Newton, scomparso nel gennaio 2004 a Los Angeles in un incidente stradale. Al di là delle produzioni per la moda e per la pubblicità, Newton viaggiava con la sua macchina fotografica registrando tutto ciò che lo affascinava: interni, scenari urbani, marine tempestose, paesaggi, edifici.

Sex and Landscapes indaga anche questo aspetto più intimo e meno noto, offrendo ai visitatori inconsueti scatti di onde fragorose, lunghe strade che corrono all’infinito, palazzi enigmatici, vedute aeree. Ne scaturisce un affascinate percorso che alterna immagini di forte erotismo voyeuristico a vedute paesaggistiche nate dalla più profonda introspezione e trasformate dall’obiettivo fotografico.
Curatrice della mostra è l’amatissima moglie June Newton, che descrive così il marito-fotografo: “Non volle mai definirsi un artista. Preferiva considerarsi un mercenario che affittava il suo talento a chi pagava di più ”.

Helmut Newton: Sex and Landscapes
Fino al 4 giugno Palazzo Reale, piazza Duomo, Milano, tel. 02.86464430
Catalogo: Federico Motta Editore, € 28

www.mostranewton.it
www.comune.milano.it/palazzoreale

Foto: The Helmut Newton Estate

stampa

coolmag