Coolmag - art

Diabolik & Eva Kant
Il primo amore
Diabolik
home - art




Diabolik: Lui e Lei

di Lucia Leone

Dagli Anni ‘60 a oggi che ha ormai superato gli 800 numeri, Diabolik ci ha accompagnati con le sue avventure evolvendosi e cambiando in simultanea coi tempi. Nato nel 1962 dalla penna di Angela Giussani, poi affiancata dalla sorella Luciana, questo ladro gentiluomo ma senza scrupoli si dà al furto seguendo una precisa etica morale. Accanto a lui c’è Eva Kant (vedova affranta ma non troppo; anzi, piuttosto spregiudicata) che compare sin dal terzo fumetto. A Lui e Lei la galleria ONO Arte Contemporanea, in collaborazione con la Marco Lucchetti Art Gallery di Lugano e la casa editrice Astorina, dedica questa retrospettiva che comprende 60 tavole originali oltre a bozzetti preparatori e disegni di Giuseppe Palumbo, Stefano Babini e Matteo Buffagni, copertinista ufficiale dal 2013. Nonostante la somiglianza con Arsenio Lupin (ladro gentiluomo per antonomasia) e Fantomas (ladro assassino), ciò che più colpisce di Diabolik è la relazione fra i 2 personaggi: e la mostra si concentra proprio su questo.
 
Eva Kant, in principio tratteggiata come colei che si strugge per amore di un uomo “pericoloso”, col tempo si emancipa diventandone socia e collaboratrice attiva fino a farsi simbolo dell’emancipazione femminile e della parità di genere. Oltre a salvare il proprio compagno in più di un’occasione, lo affianca nelle sue scorribande da perfetta “alter ego” al femminile. Insieme vivono una relazione paritaria, consapevole, sana, di reciproca e assoluta dedizione. Per lei, che viene disegnata come una donna di gran classe tanto da meritarsi per il suo 55° “compleanno” l’albo inedito intitolato Il primo amore, il ruolo di icona di stile calza a pennello. Ed è, soprattutto, l’ideale “spalla” di Diabolik. Se consideriamo che le sorelle Giussani hanno iniziato a scrivere il fumetto quando in Italia vigeva ancora il delitto d’onore, possiamo tranquillamente affermare che le signore non solo hanno anticipato i tempi di almeno 10 anni, ma anche il femminismo e il post femminismo disegnando un uomo che non si vergogna di avere bisogno di una donna. E viceversa.

Diabolik: Lui e Lei
Fino all’8 aprile, ONO arte contemporanea, via Santa Margherita 10, Bologna
tel. 051262465

www.onoarte.com

Foto: © Diabolik © Astorina S.r.l.
 

stampa

coolmag