Coolmag - art

Tano Festa
Cesare Tacchi
Mimmo Rotella
home - art




Roma Pop

di Stefano Bianchi

E venne il tempo della Pop Art romana. Diversissimi, gli Anni ’60 della Capitale da quelli di Milano. Mentre nel capoluogo lombardo raccolgono più consensi il monocromo e l’informale, all’ombra del Colosseo si ragiona di “miracolo economico” e di come protrarre il più possibile l’irresistibile indolenza da “dolce vita”. Sicchè l’ideologia Pop, guardando all’America, trova terreno fertile al Caffè Rosati di Piazza del Popolo e nella Galleria della Tartaruga gestita da Plinio de Martiis, dove a darsi appuntamento sono Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli e Giosetta Fioroni. Insieme, appassionatamente, danno vita a quella Scuola di Piazza del Popolo che la mostra Roma Pop, da Tornabuoni Art, ricorda con affetto a Parigi.

Se Schifano dipinge la pubblicità della Coca-Cola (in “dripping”, però) e della Esso, la Fioroni delinea volti e figure femminili che rispecchiano quelli delle ragazze "beat" del Piper e Angeli critica con ferocia il capitalismo a stelle e strisce e le strategie del potere mixando svastiiche, croci, martelli e aquile da Half Dollars, Festa sceglie i capolavori dei maestri della storia dell’arte (in particolare Michelangelo) e li rivisita in chiave “pop” come fossero prodotti di massa. E Cesare Tacchi? E Pino Pascali? Aderiscono successivamente alla “scuola”: il primo, elaborando tele con inserti di tappezzeria e stoffe su cui traccia volti di amici, attori famosi, cantanti in voga, nonché  immagini estrapolate dai rotocalchi; il secondo, entrando pittoricamente nel mondo “popular” della pubblicità con missili, gangsters, velieri, fumettistici personaggi da Carosello. Completano la mostra Mario Ceroli, che scolpisce il legno "poppizzando" i grandi classici dell’arte e la civiltà greco-romana; e Mimmo Rotella, a tutti gli effetti precursore Pop con le sue immagini pubblicitarie e i manifesti cinematografici strappati dai muri di Roma e trasformati in décollages.

Roma Pop
Fino al 26 marzo, Tornabuoni Art, avenue Matignon 16, Parigi
tel. 0033-1-53535151


www.tornabuoniart.fr

www.franceguide.com

Foto: Tano Festa, Sequenza di balletto, 1965
Cesare Tacchi, Per i Beatles, 1965
Mimmo Rotella, Prove gratuite, 1962
Courtesy Tornabuoni Art

stampa

coolmag