Coolmag - art

Sweet Dreams
Les Pionniers
Napoleon
home - art




Blek Le Rat. Propaganda

di Stefano Bianchi

«Ogni volta che penso di aver dipinto qualcosa di leggermente originale, scopro che lui l’ha già fatto 20 anni prima». Banksy (con un’onestà che sinceramente non gli riconoscevo) dà per così dire a Blek Le Rat ciò che è di Blek Le Rat. Ovvero il primato di stencil artist. È dal 1981 che il parigino Xavier Prou, classe ’51, “streetartizza” il mondo: dall’America alla Germania, dall’Italia all’Inghilterra, dal Marocco all’Argentina. Le sue origini si sono sovrappopolate di topi graffiti sui muri: per far capire che la Ville Lumière ospitava più ratti che esseri umani. Da qui il nome d’arte, Blek Le Rat. Anagrammandolo, Rat si è tramutato in Art disseminandosi, invadendo Parigi. Facendosi Propaganda: tale e quale al titolo della personale che per Xavier è un gran godimento: la soddisfazione di esporre, dopo Roma, le sue opere nella leonardesca Milano. Infatti, “ça va sans dire“, da Wunderkammern c’è la sua Gioconda. E lui, con malizia e con maestrìa, a pensato bene di farla colloquiare col David With Kalashnikov.

In galleria, vi raccomando, acquistate il bel volume edito da Thames & Hudson: s’intitola Blek Le Rat – Getting Through The Walls e rende l’idea di quanti iconici stencils lui abbia disseminato in giro per il mondo. Ci sono coppie avvinte in tanghi appassionati; uomini che corrono urlando le proprie paure; vecchie greche e vecchi irlandesi; donne del Bangladesh e soldati russi, americani, francesi; Cristi crocefissi e Madonne materne; ritratti caravaggeschi e fauni; centauri e pecore. C’è Andy Warhol, c’è Joseph Beuys e c’è lui, autoritratto con le valigie in mano. I primi Xavier, nel 2004, li ha tatuati sui muri di Londra e Buenos Aires simboleggiando il libero movimento. Quello esposto in Propaganda, The Man Who Walks Through Walls, sottintende la "via crucis" migratoria ed è un gioiello di Stencil Art come la piccola, angelica ballerina in tutù. Sweet Dreams, l’ha chiamata Blek Le Rat. E viene voglia di canticchiarli, quei dolci sogni.

Blek Le Rat
Propaganda
Fino al 5 marzo, Wunderkammern, via Ausonio 1A, Milano
tel. 0284078959


www.wunderkammern.net

http://bleklerat.free.fr/

Foto: Sweet Dreams (with wings, red), 2015
Les Pionniers, San Francisco, 2007
Napoleon, Chateau de Bagnac, 2004
© Sybille Prou


stampa

coolmag