Coolmag - art

Keep It Real
Forgive Us Our Trespassing
Rude Copper
home - art




Banksy. Keep It Real

di Stefano Bianchi

1 metro e 22 x 2 metri e 44. Sono le gigantesche misure del dipinto intitolato Forgive Us Our Trespassing che Banksy utilizza nel 2010 a Oxford Street (Londra) per promozionare il suo “mockumentaryExit Through The Gift Shop (lo trovate in Dvd Feltrinelli Real Cinema su www.lafeltrinelli.it). Naturale che il capolavoro dello street artist nato a Bristol, incappucciato, nome e cognome tuttora sconosciuti, sia il fiore all’occhiello di Keep It Real, alla LionelGallery di Amsterdam, che mette in mostra (e in vendita) una selezione di quadri e grafiche in edizione limitata. Spulciando fra le sue “azioni” più famose, Banksy è quello che entra nei musei d’arte classica, appende le sue opere in perfetto stile settecentesco aggiungendo dettagli fuori dall’epoca (aristocratici con bombolette spray, dame con maschere antigas…) e poi se ne va non prima d’aver visto l’effetto che fa; stampa false banconote da 10 sterline con Lady Diana invece della Regina Elisabetta; inonda Londra di “stencils” sottoforma di Rats; fa circolare nei negozi di dischi del Regno Unito la versione ridicolizzata del Cd Paris di Paris Hilton; prende il fotogramma di Pulp Fiction con Vincent Vega (John Travolta) e Jules Winnfield (Samuel L. Jackson) e lo tramuta in "artwork” coi 2 malavitosi che impugnano banane anziché revolvers; scolpisce la cabina telefonica inglese “assassinata”.
 
E ancora, in Cisgiordania realizza una serie di “murales/trompe-l'œils“ sulla barriera di separazione israeliana, mentre per Napoli concepisce 2 opere: la rivisitazione dell’Estasi della beata Ludovica Albertoni del Bernini (in via Benedetto Croce) con patatine e un sandwich nelle mani (vandalizzata da un cretino) e la Madonna con la pistola (piazza dei Gerolomini) che mi auguro di cuore verrà preservata. Guerrilla Art sempre e comunque. Imbottita di satira al veleno che la personale olandese dispensa a colpi di genio fra Che Guevara che si mette a schettinare, la tigre che guadagna la libertà dal circo equestre fuggendo da un codice a (s)barre, la tartaruga con l’elmetto al posto del guscio, il poliziotto londinese col dito medio alzato. E così via. Da un colpo di genio all’altro. Da non perdere.
 
Banksy
Keep It Real
Fino al 30 luglio, LionelGallery, Nieuwe Spiegelstraat 64, Amsterdam
tel. 0031-20-2338171


www.lionelgallery.com

www.banksy.co.uk

Foto: Keep It Real, 2003
Forgive Us Our Trespassing, 2010
Rude Copper, 2009
 

stampa

coolmag