Coolmag - art

Finestra veneziana Zatta
Melograno e sette semi
Pomegranate
home - art




Joe Tilson. Ritorno ad Aosta

di Stefano Bianchi

Il boom internazionale della British Pop Art, alla Biennale di Venezia del 1964, lo dobbiamo a lui che frequentò il Royal College of Art di Londra con Peter Blake, Ronald B. Kitaj, Allen Jones e David Hockney. Fra tele, vetri, legni e carte (memorabile il “portfolio” di grafiche del ’70 intitolato A-Z Box, con precisi riferimenti al conflitto in Vietnam, a Malcolm X e alla morte di Che Guevara), Joe Tilson è il più materico fra i pop artisti della sua generazione. E anche il più eclettico, nell’attingere di volta in volta alla storia e alla contemporaneità, al classico e al popolare. Tilson ritorna ad Aosta, dopo l’esposizione datata ’91 alla Tour Fromage, testimoniando quell’amore per l’Italia che l’ha visto risiedere a Roma nel ‘55, conoscere Joslyn Morton e sposarla nel ‘56 a Venezia, trascorrere da anni l’estate sulle colline intorno a Cortona e nella casa-studio veneziana.
 
La mostra in svolgimento al Centro Saint-Bénin, concepita dall’artista londinese, mette in gioco ogni sua tecnica espressiva per rappresentare il suo mondo immaginifico che dalla Pop Art fino a oggi ha toccato temi antropologici, contaminato col linguaggio contemporaneo archetipi e simboli di varie culture, utilizzato lettere dell’alfabeto, giorni della settimana, mesi lunari, labirinti, enigmi, scale, riferimenti alchemici a terra, acqua, aria e fuoco, alle 4 stagioni e ai punti cardinali. Accanto alle serigrafie della serie Stone Of Venice, ecco le tecniche miste su legno come Finestra veneziana Zatta che non solo riprendono le coordinate “popular” di Look, Secret e Key ma anche le fascinazioni di Ziggurat; le sculture in terracotta e legno (The Four Elements); le “boules” in vetro di Murano (Melograno e sette semi I) che assumono una forte connotazione simbolica. Opere, dalla prima all’ultima, sublimi per purezza e “naïveté“ artigianale. D’altronde, dal ’44 al ’46, Tilson si perfezionò come carpentiere e falegname. Attività che gli hanno consentito, nell’arte, di padroneggiare e trattare al meglio la materia.
 
Joe Tilson
Ritorno ad Aosta
Fino al 4 maggio, Centro Saint-Bénin, via Festaz 27, Aosta
tel. 0165272687
Catalogo Papiro Art, € 15


www.regione.vda.it

Foto: Finestra veneziana Zatta, 2010
Melograno e sette semi I, 2007
Stone Of Venice, Pomegranate, 2009
 
 

stampa

coolmag