Coolmag - art

Stedelijk Museum 1
Stedelijk Museum 2
Stedelijk Museum 3
home - art




Stedelijk Museum

di Stefano Bianchi

A prima vista sembra un corpo estraneo buttato lì per caso, nella Museumplein di Amsterdam. Sensazione già provata 24 anni fa, quando nel cortile centrale del Musée du Louvre di Parigi spuntò come un fungo la piramide di vetro del cinese Ieoh Ming Pei. Ma poi (succede sempre così) l’incredulità e lo sconcerto cedono il passo al gusto pepato della scoperta: fascinosa e depistante. Sicchè quell’invaso bianco latte che somiglia a una vasca da bagno, finisce per piacere. E tanto, anche. È la “protuberanza” dello Stedelijk Museum, infilzata nell’ottocentesco edificio a mattoni rossi progettato dall’architetto A.W. Weissman.

Funzionale, audacissima, un po’ strafottente, realizzata con una resistentissima fibra sintetica denominata twaron, è l’ala nuova disegnata dall’olandese Mels Crouwel della Benthem Crouwel Architects che regala al vetusto museo quei 10.000 metri quadri in più da permettergli di esporre “in toto” la collezione di 90.000 opere assemblate dal 1870 a oggi fra dipinti, disegni, grafiche, sculture, installazioni, arredi, oggetti di design, libri d’artista, fotografie, video e manifesti. In ordine sparso, si va da Pablo Picasso a Marc Chagall, da Alvar Aalto a Charles & Ray Eames, da Marina Abramovic a Vito Acconci, da Andy Warhol a Lucio Fontana, da Roy Lichtenstein a Corneille… Se fuori l’insieme neo architettonico è a dir poco sconvolgente, dentro si rivela d’una grazia trasparente. Sì, perché trasparenti sono gli ambienti, trasparenti le pareti, trasparente la scala mobile che permette d’abbracciare l’intero museo con una semplice occhiata. Niente arzigogoli, insomma. Niente “pippe” da archistar. Lo Stedelijk Museum bis punta al sodo che fa rima con sobrio. Inanellando al pianterreno bookshop, bar e ristorante.    

Stedelijk Museum, Museumplein 10, Amsterdam
tel. 0031-20-5732911

www.stedelijk.nl

www.holland.com

Foto: View of the original building (A.W. Weissman, 1895) and new building designed by Benthem Crouwel Architects
New entrance hall
© John Lewis Marshall
 

stampa

coolmag