Coolmag - art

CoolBook
I giorni corti
Sergio Cioncolini
home - art




Invito alla lettura: I giorni corti (Sergio Cioncolini)

di Peppo Delconte

Prendete un “ragazzo di vita” della periferia padana e buttatelo in mezzo al feroce mondo di oggi: quello della voracità delle multinazionali, delle crisi economiche, della violenza quotidiana... La storia di Angelo comincia nella maniera più tragica: perde prestissimo i genitori a causa di un incidente e viene cresciuto da parenti contadini che non lo amano. E che lui non ama. A dispetto di tutto, il suo corpo cresce robusto e si potenzia frequentando palestre di pugilato. Poi, per allontanarsi da casa, Angelo non trova di meglio che entrare nei corpi speciali dei parà. Qui conosce l’orrore delle guerre d’esportazione. Dopo 4 anni, rinuncia alla carriera militare e diventa camionista. Ormai è un uomo maturo e privo d’illusioni, che affronta un’esistenza durissima e grigia fino a quando il suo formidabile fisico non lo tradisce. Una grave malattia e una difficile operazione chirurgica cambiano la sua quotidianità e lo costringono a guardare dentro se stesso. Prima era un duro che affrontava una vita solitaria fatta di lunghi viaggi, fatiche pesanti e amori pescati sulle strade. Tutto scorreva nelle sue esperienze come un grande fiume che trasporta ogni genere di rifiuti. Ora, di colpo, è un uomo di mezz’età che guarda in faccia una paura nuova, la minaccia d'una fine imminente.

Ma ecco giungere inaspettati dei giorni di un’intensità sconosciuta... Una folle storia d’amore e l’amicizia con un vecchio professore, compagno di camera all’ospedale, che gli regala qualche spicciolo di saggezza. “La vita è legata a un filo sottile che si può rompere in ogni momento. Quante volte hai sentito ripetere questa frase banale senza davvero pensarne il profondo significato”. Quando per Angelo sembra arrivare la fine del tunnel, il destino gli prepara l’ultimo agguato. I giorni corti è una storia ben costruita attraverso un linguaggio di crudo realismo, che un romanziere esperto come Sergio Cioncolini padroneggia efficacemente. Pubblicista ed ex dirigente d’azienda, l’autore sembrerebbe una persona lontanissima dal suo personaggio; eppure lo sa penetrare con notevole acutezza. È lo stesso Angelo a raccontarsi in prima persona: con un alternarsi, non sempre comprensibile, dal presente al passato remoto, senza soluzione di continuità. È sempre lui, il protagonista, che corre a testa bassa in nebbiosi paesaggi di solitudine. Ma in una vita intera quanti sono i giorni che contano davvero? Dopo una travagliata esistenza scivolata via senza rumore, Angelo tira le somme ripercorrendo le dolorose esperienze che lo hanno segnato. Troverà infine una tragica soluzione al suo incerto vagare e concluderà che i giorni che contano sono in fondo troppo pochi e troppo corti...

Sergio Cioncolini, I giorni corti, Edizioni Pendragon, Collana Linferno, 253 pagine, € 15

www.pendragon.it

Foto: © Maria Teresa Mosna

stampa

coolmag