Coolmag - art

Massimo Bartolini
Mark Manders
Benjamin Verdonck
home - art




Track

di Cris Thellung

Una biblioteca a cielo aperto. Una casa collocata sopra un albero. 7.000 fotografie di viaggi disposte in un suggestivo, immaginario percorso. Sono solo alcuni esempi di ciò che vi attende a Gent. La bella cittadina delle Fiandre, non lontana da Bruxelles, ha dato alla luce Track: interessante manifestazione d'arte contemporanea che si integra magicamente con la quotidianità dei suoi abitanti. Un percorso, da compiere anche a piedi tra vie, palazzi e parchi, dove si entra in sintonia con la creatività, l’estro e il talento di 41 artisti che hanno accolto l'invito a partecipare all’iniziativa. L'idea degli organizzatori è quella di dare, a chi visita Gent, una nuova “chance” per venire a contatto e scoprire meglio l'armoniosa cittadina fiamminga e la sua storia, a noi meno nota di quella di Bruges ma altrettanto intrigante. «Track è il frutto di una selezione di opere eseguite da artisti che hanno una buona affinità con il contesto tematico locale», raccontano i curatori Philippe Van Cauteren e Mirjam Varadinis. «Abbiamo chiesto loro di utilizzare la realtà sociale, economica e politica di Gent come fertile fonte di ispirazione per interagire con le diverse comunità e lasciare tracce permanenti».

Se agli artisti è stato proposto di “vestire” il territorio con le loro opere, ai visitatori spetta il compito di “incontrarle” senza alcun vincolo di percorso. Ognuno, cioè, può studiare il tragitto come meglio crede, personalizzandolo al massimo, accompagnato da una mappa che segnala la presenza “in loco” dei lavori. Si gira dunque per i parchi, si entra nelle abitazioni, si raggiungono le varie destinazioni anche via acqua attraversando i canali del fiume Schelda che collegano il capoluogo delle Fiandre orientali al Mare del Nord, ci si emoziona immersi in un paesaggio assai stimolante. Da non perdere, poi, la visita alla Cattedrale di San Bavone (in fiammingo Sint-Baafskathedraal) che custodisce il Polittico dell’Adorazione dell’Agnello Mistico realizzato da Jan e Hubert van Eyck e formato da 10 pannelli in legno di quercia; lo S.M.A.K. (Stedelijk Museum voor Actuele Kunst, www.smak.be) il Design Museum (www.design.museum.gent.be) che espone oggetti, mobili e ceramiche, nonché il Beffroi (torre campanaria) con annesso Museo delle campane (www.belfortgent.be).

Track
A Contemporary City Conversation
Fino al 16 settembre, Gent
tel. 0032-9-2101010


www.track.be

www.turismofiandre.it

Foto: Massimo Bartolini, librerie a cielo aperto nel parco
Mark Manders, scultura tagliata a metà che genera ricordi e pensieri
Benjamin Verdonck, esempio di edilizia popolare Anni ‘50. Un albero ospita la replica di un’abitazione
© Cris Thellung

stampa

coolmag