Coolmag - art

Diabolik primo numero
Nembo Kid
Topolino primo numero
home - art




WOW Spazio Fumetto, Milano

di Matteo Castelnuovo

Da Topolino alla spiazzante ironia delle pagine della Smemoranda (sfogliabili fino al 18 settembre), il fumetto italiano si mette in mostra da WOW Spazio Fumetto, casa milanese all’insegna della “nona arte”. Fin dal 1908, infatti, il capoluogo lombardo si è reso indiscusso protagonista delle strisce di carta e inchiostro del Bel Paese con editori coraggiosi e geniali artisti dal tocco fatato. Quegli inventori di storie fantastiche e quei disegnatori di mondi da sogno che hanno catturato attenzione e desideri di milioni di adulti e bambini, hanno finalmente trovato fissa dimora nella metropoli dove, fra gli altri, è nato il leggendario Diabolik. Il museo, che ospita mitici eroi come Braccio di Ferro, Tex Willer, Dylan Dog, L’Audace e Nembo Kid (ovvero Superman in versione tricolore), è un mix di tradizione e modernità all’interno del quale si trovano i reperti storici della vecchia Milano e le più avanzate tecnologie dell’animazione.

Da una parte, ecco le mura dell’edificio circondate da un parco per bambini ed erette nel 1926 dall’ATM (Azienda Trasporti Milanesi) per garantire ai tram che provenivano dal centro storico un adeguato deposito. Mura acquistate nel 1960 dall’azienda dolciaria Motta e poi riqualificate dal Comune nell’85 causa chiusura dello stabilimento. Dall’altra, distribuito su oltre 1.000 mq., ecco lo spazio pensato in modo nuovo e godibile, con esposizione permanente al pianterreno e mostre temporanee al primo piano curate dalla Fondazione Franco Fossati, illuminate dai faretti progettati da Renzo Piano, accompagnate da mobili d’artigianato brianzolo, una lavagna elettronica interattiva per l’area laboratori e un innovativo progetto informatico. Ingredienti, questi, che fanno da ideale cornice a più di 500.000 tavole originali, pubblicazioni, schizzi, prototipi e documenti storici concretizzando i percorsi visitabili. Inoltre, spazio a bookshop, biblioteca a scaffale aperto con un nuovo sistema di catalogazione, laboratori creativi per i ragazzi, corsi di fumetto, umorismo e animazione, seminari, presentazioni, incontri e conferenze. Senza dimenticare, naturalmente, il lavoro di studio, ricerca e formazione portato avanti con tenacia: la stessa che ha trasformato in realtà WOW Spazio Fumetto, dove ognuno può riscoprire il bimbo sognatore che ha dentro di sé, troppo spesso accantonato per colpa dell’onomatopeico “tram-tram” quotidiano.

WOW Spazio Fumetto
viale Campania 12, Milano
tel. 0249524744/745/746


www.museowow.it

Foto: Diabolik N°1, 1962
Superman pubblicato a Milano, 1954
Topolino N°1, formato libretto, 1949
© WOW Spazio Fumetto


stampa

coolmag