Coolmag - art

Arrow Dart
Finish Line
Infinity
home - art




Finish Line

di Stefano Bianchi

Ascesa e caduta dell’Impero Newyorkese. Dopo il boom, l’implosione. Dopo il successo, l’eccesso. Edo Bertoglio, più d’ogni altro, è stato il “cronista visivo” degli Anni ’80 nella Downtown Scene. Davanti alla sua macchina fotografica sono transitati balli e sballi, viteborderline” e corpi assuefatti dall’eroina. L’occhio indiscreto dell’artista svizzero, ha via via catalogato la “fashionscrepolata di Andy Warhol (collaborando con la rivista Interview), la rivoluzione sonica della New Wave (dai Lounge Lizards, fino a Klaus Nomi), la “via crucis” di Jean-Michel Basquiat, l’arte/evento negli spazi del PS1. Eroi & Eroina. Facce, tante facce. Feticisticamente catturate in primo piano. Face Addict. Citando il titolo del film girato nel 2005, con cui riprendeva il filo degli Eighties rintracciando i sopravvissuti della Big Apple, Edo Bertoglio è stato un “drogato di facce”. Ossessivo.

E oggi, la sublime dannazione di quelle facce è stata sostituita dall’inorganicità delle automobili elettriche in mostra alla Galleria Pack di Milano, nella personale intitolata Finish Line. E da “face addict”, Bertoglio s’è trasformato in “car addict”. Drogato di macchine. Ossia di quelle Slot Cars con cui giocava da piccolo: in scala, tipo Scalextric o Polistil, progettate per sfrecciare su piste a moduli componibili col solco e le bandelle elettrificate. C’è chi fa follie per averle. Compreso Edo, che dopo essersele fatte costruire su commissione, ne ha fotografato le cromature, i “tatuaggi” (pin-ups, falci & martelli…), l’astrazione del movimento. La sottile, insinuante trasgressione. Più che automobili elettriche, sembrano futurismi, robots. Automi che vivono la stessa precarietà delle facce della Downtown Scene. Se quelle facce vivevano sull’orlo del precipizio, queste ruote miniaturizzate corrono rischiando di sbandare. Anziché imboccare facili rettilinei, scelgono la curva parabolica. Si complicano, ossessivamente, la vita. Idolatrate da una folle schiera di feticisti, adepti, appassionati. In questi scatti iper cromatici (e nel bolide/installazione di fiberglass, nella pista/scultura di legno: ulteriori tasselli di un percorso polisensoriale fatto di pit-stops e ripartenze), l’arte e la vita si mescolano. Senza perdere il gusto anomalo dell’esistere.
       
Edo Bertoglio
Finish Line
Fino al 24 gennaio, Galleria Pack, Foro Buonaparte 60, Milano
tel. 0286996395


www.galleriapack.com

CoolMag Tube: http://www.youtube.com/watch?v=dXpD7sDvKDo  

Foto: Arrow Dart, 2008
Finish Line, 2008
Infinity, 2008
© Edo Bertoglio

stampa

coolmag