Coolmag - art

Mario Puppo
Walter Molino
Aldo Cigheri
home - art




Turismo d'autore

di Matteo Castelnuovo

Ci sono immagini che rimangono scolpite nella memoria per senso d’appartenenza, forza, fantasia. Immagini, in bianco e nero e a colori, che proiettano nella storia nomi di paesi, oggetti, personaggi. Autentiche opere d’arte con scorci paesaggistici, barche, bagnanti, gioia di vivere l’estate. Come quelle proposte a Genova nella mostra Turismo d'autore: manifesti pubblicitari, illustrazioni di opuscoli, dépliants, cartoline, souvenirs e gadgets, per ripercorrere l’attività promozionale che dal 1927 agli Anni ‘70 coinvolse grandi artisti mischiando l’utile al dilettevole, la cultura al turismo di massa. Ecco lo splendido ritratto, creato da Walter Molino nel ‘38, di una ragazza che alza le braccia al cielo mentre un turbinìo di margherite la avvolge sopra la baia di Santa Margherita Ligure. O l’irriverente pesce rosso dipinto da Mario Puppo nel ‘50, con tanto di costume da bagno, che fuma placido il suo bel sigaro sdraiato su un canotto a Finale Ligure. Piano piano, si comprende come il modo di promuovere le località turistiche sia mutato nel corso degli anni alla ricerca della novità che potesse attrarre chi guardava, magari distrattamente, uno di quei cartelloni o una di quelle cartoline.

La sezione più importante della mostra riguarda i premi artistici. Per rendere ancor più appetibile il soggiorno in Liguria, le aziende di promozione turistica organizzarono una serie di eventi culturali. I premi di pittura americana di Bordighera, sponsorizzati dal poliedrico Jean Cocteau e dall’illustre collezionista e mecenate d’arte Peggy Guggenheim, annoverarono ad esempio gli espressionisti astratti Jackson Pollock, William Baziotes, Mark Rothko e Robert Motherwell. Nel Golfo alla Spezia, invece, l’attenta regia di Filippo Tommaso Marinetti catturò i nomi più interessanti del Secondo Futurismo: da Gerardo Dottori a Fillia, sino a Renato Di Bosso. Nel dopoguerra, per testimoniare l’acceso dibattito fra realismo e astrazione, concretismo e informale, sfilarono con le loro opere Mattia Moreni, Emilio Vedova, Ugo Attardi, Renato Guttuso. Senza dimenticare i premi di San Remo, Vado Ligure, Sestri Levante. Queste significative impronte nella storia del turismo ligure, che hanno determinato il successo internazionale delle Riviere di levante e di ponente, vengono infine arricchite da un'ampia selezione di fotografie, spezzoni di film, musiche d'epoca. Per ricordare e riapprezzare gli uomini e le geniali intuizioni che resero le spiagge di questa mezzaluna rovesciata sul mare fra le méte più desiderate di tutta Europa.

Turismo d'autore. Artisti e promozione turistica in Liguria nel Novecento
Fino al 14 settembre, Appartamento del Doge, Palazzo Ducale, piazza Matteotti 9, Genova
tel. 0105574064/065
Catalogo Silvana Editoriale, € 35


www.palazzoducale.genova.it

Foto: Mario Puppo, Finale Ligure, 1950
Walter Molino, Santa Margherita Ligure, 1938
Aldo Cigheri, A Nervi splende sempre il sole, 1948
Archivio Storico della Pubblicità, Genova

stampa

coolmag