Coolmag - art

Italia
Muscoli
Tastiera pc
home - art




David Reimondo. BodyBread

di Redazione

Pane e marmellata. Non sono solo gli ingredienti per una sana colazione, ma anche gli elementi che David Reimondo trasforma in opere d’arte. Su fette di pan carré o su una baguette, l’artista genovese trasporta forme e immagini del mondo che ci circonda. Precisi contorni abbrustoliti sulla baguette tagliata a metà, lasciano emergere con esattezza serigrafica il disegno dei muscoli del corpo umano, traducendo il carattere asettico di un trattato d’anatomia in qualcosa di più tangibile, calato nella quotidianità di quel genere di prima necessità (il pane) che non dovrebbe mai mancare a nessuna persona al mondo. Solide macchie nere, ottenute tostando il pane nei punti giusti, si affiancano una all’altra creando inaspettate mappe geografiche di un planisfero ancora da esplorare. E ancora, linee sinuose tratteggiano inaspettate figure manga che risplendono nei brillanti colori delle marmellate con cui sono dipinte.

Immagini bellissime e impreviste. Ma soggette al deterioramento inevitabile e ai morsi della fame, se non fosse per la resina in cui vengono inglobate. Superficie lucida e solida, ma al tempo stesso legata a un’immagine di fluidità. Intrappolati in una gabbia trasparente, i pani di Reimondo rimangono così sospesi ed eterni contraddicendo l’idea intrinseca di consumo quotidiano ed esaltando l’unicità di un gesto e di un cibo che da millenni unisce l’umanità. Fabbrica Eos mette in scena questa galleria di opere “commestibili”, nate dalla manipolazione di acqua e farina, che si alternano sulle pareti “abitando” lo spazio per evocare antichi rituali, ricordi felici, ma anche pugni nello stomaco. Mondi di pane, abitati da gente che alle volte non ha neppure quello per sfamarsi. Immagini effimere che vogliono nascondere la semplice, ma vera, realtà di tutti i giorni. Riflessioni su ciò che siamo: come singoli spettatori e come popolazione, dentro questo mondo che spesso viviamo senza comprendere. Dopo aver indagato l’aspetto più sottile e impalpabile dell’anima con la serie di opere intitolate BodySoul, David Reimondo si dedica all’aspetto più materiale e presente dell’essere umano, messo a fuoco in maniera altamente simbolica. BodyBread, la sua personale, non lascia adito a dubbi sulla dimensione fisica e materiale che vuole dare alla sua ricerca. Il pane, con la sua potenza concettuale, diventa dunque l’elemento ideale per cercare nello spazio e nel tempo ciò che in fondo è il fulcro del nostro essere uomini sulla terra.

David Reimondo. BodyBread
Fino al 19 maggio, Fabbrica Eos, piazza Baiamonti 2, Milano
tel. 026596532

www.fabbricaeos.it

Foto: Italia
Muscoli
Tastiera






stampa

coolmag