Coolmag - art

Jane Fonda Barbarella
Diabolik
Superman
home - art




Quando i fumetti vanno al cinema

di Redazione

Nonostante l’aspetto giovanile e il linguaggio da teenagers, cinema e fumetto hanno da poco superato la soglia del centesimo anno d’età. Strada facendo, tra i 2 si sono concretizzati rapporti sempre più stretti, tanto che ormai i blockbusters cinematografici (soprattutto statunitensi) comprendono un numero sempre maggiore di personaggi tratti dal mondo delle “nuvole parlanti”: Spiderman, Sin City, Hulk, I Fantastici Quattro, Batman, X-Men… Pochi mesi separano la nascita del cinema (1895: prima proiezione pubblica dei fratelli Louis e Auguste Lumière) da quella del fumetto (1896: prima striscia di Yellow Kid), e poco tempo hanno impiegato i 2 media per iniziare a interagire fra loro. Nel 1898, in Inghilterra viene realizzato Ally Sloper, ossia il primo film interamente dedicato a un protagonista dei “balloons”. Da allora, il grande schermo ha cercato di sfruttare la popolarità fumettistica utilizzando sempre più i suoi eroi: Foxy Grandpa (il nostro Nonno Meo), Alphonse and Gaston (Alfonso e Pompeo), nonché il celeberrimo Bringing Up Father (Arcibaldo e Petronilla).

Ma il passaggio non si è svolto sempre in un’unica direzione. Infatti, mentre parecchi personaggi compivano il viaggio dal fumetto al cinema, altri passavano dalla cinepresa al mondo dei comics: primo tra tutti, sia in ordine di tempo sia di importanza, Mickey Mouse. La relazione tra questi mondi delle immagini viene ora indagata da una mostra allestita a Pordenone. Cinema & Fumetto. I personaggi dei comics sul grande schermo, ripercorre cronologicamente le molteplici relazioni attraverso locandine, tavole e strisce originali, colonne sonore, costumi, foto di scena. Alle pareti dell’antico convento francescano, trovano posto le strisce di Tex disegnate da Bonelli e il conseguente film diretto da Mario Bava con un affascinante Giuliano Gemma protagonista di questa reinterpretazione in chiave fantastica degli “spaghetti western”; il Batman di Kane e quello visionario e inquietante di Tim Burton; Jane Fonda nei sensuali e futuribili panni di Barbarella; le memorabili tavole di Crepax, autore che più d’ogni altro ha saputo trasferire su carta le tecniche cinematografiche; e ancora Diabolik, Kriminal, Flash Gordon, Asterix, Lucky Luke, Michel Vaillant… Storie da sogni ad occhi aperti, che sul set o sulle pagine fumettistiche non hanno mai smesso di affascinare.

Cinema & Fumetto. I personaggi dei comics sul grande schermo
Fino al 18 febbraio, Convento di San Francesco, piazza della Motta, Pordenone
tel. 0434392916
Catalogo Edizioni Esaspo, € 30


www.comune.pordenone.it/cinemaefumetto

Foto: Barbarella/De Laurentiis-Marianne, 1967, Jane Fonda
Diabolik © Astorina, 1962
Superman/Columbia-Sony, 1948, Kirk Alyn


stampa

coolmag