Coolmag - art

Adriano Tetti
Maurizio Cattelan
Jasper Johns
home - art




L'estetica del non-luogo

di Stefano Bianchi

Visualizzare mappe geografiche frutto dell’immaginazione. Dialogare con le svariate tematiche del non-luogo. Il progetto artistico Estetica dei non luoghi, curato dal professore di Semiotica all’Università di Siena Omar Calabrese, approda alla collettiva Voi (non) siete qui che raccoglie opere di artisti novecenteschi e contemporanei. Il tema dello straniamento, della non-percezione del luogo, risale a tempi remoti quando si tentò di costruire le mappe dell’Oceano, di Atlantide, del regno del mitico Prete Gianni. O ancora, risalendo nei secoli, la geografia di Eldorado, dell’Isola di Utopia, la secentesca Carte du Tendre concettuale, l’ottocentesca descrizione dell’Isola del Tesoro fornita da Stevenson nell’omonimo romanzo.

Fino alle non-mappe del contemporaneo, che per intrinseche qualità estetiche fungono da materiali ri-utilizzabili o da “contenitore” per definire i “territori immaginari”. Per enucleare tutto ciò, la mostra presenta 50 fra lavori/territori e lavori/mappe di autori quali Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Alighiero Boetti, Emilio Isgrò, Claudio Parmiggiani, Enrico Baj, Ben Vautier, Robert Rauschenberg e Luigi Ghirri che hanno avuto l’ardire di cimentarsi nel “fantastico”. Il visitatore viene così condotto attraverso un viaggio dai molteplici approdi: dai Primier Tableaux di Francis Picabia all’Italia di Mimmo Rotella, dal Bel Paese di Maurizio Cattelan alle Wrapped Walk Ways di Christo, da Love Difference di Michelangelo Pistoletto sino alla mappa disegnata da Innocente sul Ritratto di Guy Debord.

Voi (non) siete qui
Fino al 24 dicembre, Acciaierie Arte Contemporanea, Cortenuova (BG)
tel. 0363909378/038224376
Catalogo Skira, € 25


www.acciaierieartecontemporanea.it

Foto: Adriano Tetti, Il Re è nudo, 1991
Maurizio Cattelan, Il Bel Paese, 1994
Jasper Johns, Map, 1945 ca.






stampa

coolmag